Dove siamo e contatti

Comunità “Monte Illuminato”
Strada Della Puglia 7/3
Candelara 61122 (PU)

Dal 2016 accogliamo nella nostra realtà la cooperativa Pegaso e la sua comunità educativa per minori “Monte illuminato”, dove si offre ospitalità e protezione in sostituzione temporanea della famiglia e delle figure parentali per gravi difficoltà o impossibilità sociali, personali a svolgere le funzioni genitoriali in modo adeguato. Qui si promuovono lo sviluppo armonico del minore e la sua futura autonomia, conducendolo in un percorso individualizzato di crescita personale e di riabilitazione socio-relazionale.

UNDER 18

9 posti

TEMPI PERSONALIZZATI

Minori inviati dai Servizi Sociali territoriali competenti e con disposizione dell’Autorità Giudiziaria minorile, per i quali non sia “ temporaneamente” praticabile o indicata la permanenza nel proprio nucleo familiare;
inviati dall’Ufficio Servizio Sociale Minorenni del Ministero di Grazia e Giustizia, in misura cautelare o in messa alla prova.

La Comunità ha una capacità ricettiva di massimo 9 minori, di sesso maschile in età compresa fra i 13 e i 18 anni.
Sono inseriti pre-adolescenti e adolescenti:
– inviati dai Servizi Sociali territoriali competenti e con disposizione dell’Autorità Giudiziaria minorile, per i quali non sia “ temporaneamente” praticabile o indicata la permanenza nel proprio nucleo familiare;
– inviati dall’Ufficio Servizio Sociale Minorenni del Ministero di Grazia e Giustizia, in misura cautelare o in messa alla prova;
– coinvolti in maniera occasionale e saltuaria nell’uso di sostanze stupefacenti;
– coinvolti abitualmente in gruppi a rischio di devianza;
– soggetti che, senza punti di riferimento stabili, sono impossibilitati ad immettersi nel mercato del lavoro o che sono incapaci di farlo per assenza di stimoli, e la cui conseguente inattività rappresenta una situazione a rischio;
– segnalati dalla scuola dell’obbligo per motivi familiari e difficoltà relazionali.
In casi particolari, in accordo con i Servizi Sociali, la Comunità è disponibile a prolungare l’ospitalità oltre la maggiore età, per permettere il raggiungimento o la conclusione degli obiettivi definiti nel Progetto Educativo Individuale (P.E.I.).
L’inserimento di minori portatori di handicap (problemi motori e intellettivi, derivati da danni cerebrali, sindromi genetiche o ereditarie, ecc..) o di minori i cui bisogni afferiscano in modo consistente all’area Sanitaria (psichiatrica) sarà sottoposto ad approfondita valutazione da parte dell’équipe.
Infine non è prevista l’accoglienza in Comunità di giovani che presentino una dipendenza già strutturata da sostanze psicotrope.

L’equipe educativa si riunisce una volta alla settimana. In questa sede vengono trattati gli episodi rilevanti della settimana passata, le dinamiche relazionali tra gli utenti ed eventuali aspetti organizzativi che richiedono ulteriori chiarimenti. Inoltre ogni 15 giorni è presente all’equipe il supervisore.

Attraverso il lavoro con il minore, l’equipe educativa considera come obiettivi, la promozione dell’autonomia e lo sviluppo nelle seguenti aree:
– lavorare sul senso di identità personale, la conoscenza di sé, l’accettazione e l’autostima nonché lo sviluppo dell’intelligenza emotiva (riconoscimento ed espressione delle proprie emozioni);
– promuovere le autonomie nella cura e nell’igiene della persona;
– migliorare le capacità comunicative e relazionali, con i pari e con gli adulti;
– sostenere e accompagnare il minore nel suo rapporto con la famiglia d’origine: aiutarlo a riconoscere ed accettare le eventuali fragilità, accompagnarlo nel processo di differenziazione e di svincolo nel rispetto della lealtà al proprio sistema;
– acquisizione di autonomie riguardanti la gestione del proprio tempo e dei propri impegni scolastici, sportivi, ricreativi, del denaro, dei mezzi di trasporto, interiorizzazione e rispetto delle regole.

La Comunità Monte illuminato si pone l’obiettivo di accompagnare il minore nella strutturazione di una personalità armonica. Strumento privilegiato è la relazione. In questa prospettiva, la Comunità ha progettato un percorso psicopedagogico che va in direzione di una sperimentazione di socialità e di attività ricreative , ludiche e culturali che preveda esperienze organizzate internamente alla struttura o usufruendo delle proposte del territorio.

Per ogni minore viene stilato un Progetto Educativo Individuale (P.E.I.) Il P.E.I. relativo alla permanenza del minore in Comunità, è la sintesi dei contributi di tutti gli operatori che si occupano del minore. Tale strumento definisce il percorso del minore e sancisce le azioni educative e operative che coinvolgono gli educatori della Comunità e i Servizi Sociali. Si configura anche come occasione per confrontarsi, collaborare ed attivare una comunicazione efficace e produttiva tra le parti coinvolte, minore compreso.

Da Pesaro:
Direzione centro città, seguire le indicazioni per Santa Veneranda/Candelara.Raggiunta Santa Veneranda proseguire dritto per circa 1,5 Km e svoltare a sinistra inStrada Della Puglia/Del Ponte Morotto. Continuare a salire su Strada della Puglia per poi svoltare a destra sulla prima strada sterrata che si incontra (dopo circa un chilometro). La Comunità si trova in fondo a questa strada.
Da Fano:
Direzione Carignano, seguire le indicazioni per Novilara/Candelara. Raggiunta Fenilesvoltare a destra per località Sant’Andrea. Seguire la strada per circa un chilometro e svoltare a sinistra in Via Del Risorgimento/SP60. Continuare sulla SP60 per circa 4 Km per poi svoltare a destra in Strada Della Puglia. Prendere la prima via sterrata a sinistra, la Comunità si trova in fondo a questa stada.
Dall’ Autostrada A14:
dall’uscita del casello di Pesaro e Urbino svoltare a destra in direzione Pesaro su Strada di Montefeltro. Proseguire dritto fino alla seconda rotatoria per poi svoltare a destra (prima uscita) in Via Yuri Gagarin. Proseguire sempre dritto. Alla seconda rotonda prendere la prima uscita e proseguire sul ponte che si collega all’ “Inter-Quartieri”. Continuare dritto in direzione Ancona/Fano fino alla terza rotatoria per poi seguire le indicazioni per Candelara. Raggiunta Santa Veneranda proseguire dritto per circa 1,5 Km e svoltare a sinistra in Strada Della Puglia/Del Ponte Morotto. Continuare a salire su Strada della Puglia per poi svoltare a destra sulla prima strada sterrata che si incontra (dopo circa un chilometro). La Comunità si trova in fondo a questa strada.