L’esperienza professionale in équipe multidisciplinari e i bisogni intercettati sempre più volti al recupero delle autonomie, ci sollecitano ogni giorno a nuove forme di accompagnamento delle persone che incontriamo.

Questo richiede:

  • un pensiero di welfare nuovo e creativo, in cui gli attori coinvolti appartengono a mondi diversi (sociale, imprenditoriale, istituzionale, privato)
  • strumenti di integrazione sociale e lavorativa (percorsi di tirocinio, recupero patenti, scolarizzazione)
  • personalizzazione dei progetti.

La cooperativa è radicata nel territorio e lavora in rete su più tavoli tecnici di coordinamento di progetti sull’inclusione socio-lavorativa. Mettere al centro la persona, oggi, significa per noi ricercare mezzi e risorse per realizzare risposte efficaci nonostante il panorama sociale e lavorativo critico delle nostre realtà.